Home + Cani + Gatti + Pesci + Roditori + Cavalli + Altri animali + Quiz +
logo del sito cuccioliamo.it

Acari delle orecchie nel gatto

  • Gli acari delle orecchie sono dei parassiti esterni del gatto; il loro nome scientifico è Otodectes Cynotis e possono colpire sia il gatto che il cane.
  • Gli acari delle orecchie trasmettono la rogna auricolare, una parassitosi. Questa patologia si trasmette per semplice contatto tra due animali infetti.
  • Le conseguenze della rogna auricolare possono essere serie: l’infestazione causa un intenso prurito alle orecchie; l’animale comincia a grattarsi fino a procurarsi vere e proprie lesioni da grattamento (ad altissimo rischio di infezione).
  • La cura della rogna auricolare è complessa: la semplice pulizia auricolare con shampoo specifici spesso non è sufficiente e deve essere coadiuvata da una terapia specifica prescritta dal veterinario.

La rogna auricolare

Otodectes Cynotis

La rogna è demodettica è causata dall’infestazione di Otodectes Cynotis, un parassita esterno del gatto. Questo acaro, sprovvisto di zampe, vive nascosto nei follicoli piliferi del cane, dove compie il suo ciclo vitale.

Sintomi dell’infestazione

La rogna auricolare si manifesta con una secrezione molto abbondante di cerume; il cerume assume un colore grigiastro e una una consistenza granulosa e molto asciutta, che permette al veterinario di riconoscere con semplicità questa parassitosi.

Come avviene il contagio

Il contagio avviene attraverso il contatto tra un gatto infestato e un altro.

Trasmissione dal cane all’uomo

Gli acari Otodectes Cynotis sono scarsamente specifici: possono sopravvivere anche su piccoli mammiferi e perfino sull’uomo, benché i casi di contagio siano rari. I bambini sono i soggetti più a rischio: gli acari potrebbero attaccarsi sulle braccia e sul tronco.

Ciclo di vita

Il ciclo di vita delgli acari delle orecchie dura 3-4 settimane e si svolge interamente all’interno del padiglione auricolare e del condotto uditivo del gatto (o del cane).

Acari delle orecchie: le cure

Prima di procedere è necessario pulire accuratamente il condotto uditivo del gatto con un detergente delicato, rimuovendo il cerume granuloso in eccesso. In seguito, sarà opportuno somministrare un acaricida per uso locale e procedere con uno shampoo completo che elimini gli acari non soltanto dal condotto uditivo ma anche dagli altri possibili siti d’infestazione. Dopo la visita clinica, sarà il veterinario a suggerire la terapia specifica più indicata in base alle condizioni dell’animale e allo stato della parassitosi.

*Prima di intraprendere qualsiasi azione vi consigliamo di consultare il vostro veterinario di fiducia.

Leggi anche:

Approfondimenti

  1. Otodectes Cynotis. Su: www.sciencedirect.com

I cani possono mangiare il gelato?

La maggior parte delle persone ama il gelato, e anche i nostri cani, ma i cani possono mangiare il gelato? Siamo sicuri che questa leccornia sia un dolce innocuo per i nostri amici a quattro zampe?

I cani possono mangiare il gelato?

In linea di massima è meglio evitare di dare il gelato ai cani. Vediamo il perché e quali sono le possibili alternative.

Il primo problema legato al gelato è che il corpo dei cani non è progettato per digerire il latte dopo lo svezzamento. I cuccioli hanno l’enzima necessario per assimilare correttamente il latte della madre. Con la crescita, tuttavia, questa capacità diminuisce progressivamente.

Dare da mangiare prodotti a base di latte ai cani puó provocare disturbo gastrointestinali da lievi a gravi: feci molli, diarrea, vomito, mal di stomaco o gas. I latticini con un alto contenuto di grassi possono anche causare pancreatite nei cani.

Altre controindicazioni del gelato

Allergie alimentari

I cani possono soffrire di alcune allergie alimentari e possono manifestare reazioni allergiche al latte e ai prodotti lattiero-caseari come il gelato. Queste allergie sono una reazione alle proteine ​​presenti nei prodotti lattiero-caseari e possono manifestarsi come vomito e diarrea e / o provocare eruzioni cutanee arrossate e pruriginose.

Obesità

Un altro problema con il gelato è che è ricco di zucchero. Nutrire il cane con cibi zuccherini può portare ad aumento di peso e obesità, che possono causare altri problemi di salute. Anche sul contenitore del gelato c’ scritto che è senza zucchero, bisogna verificare che non venga utilizzato lo xilitolo, poiché questo dolcificante è estremamente tossico per i cani.

Sapori tossici

L’ultimo problema con il gelato è che alcuni gusti possono effettivamente essere pericolosi per i cani. Il cioccolato, ad esempio, può essere tossico per i cani perché il loro corpo non può elaborare in modo efficiente i componenti del cioccolato, che contiene teobromina e caffeina.

Alternative al gelato

Gli alimenti per cani di alta qualità contengono abbastanza calcio e altri nutrienti per aiutare a irrobustire. Pertanto aggiungere calcio alla dieta di un cane adulto con latte o gelato non è necessario. In alternativa al gelato, esistono alcune opzioni che non creano problemi digestivi.

Come dolcetto freddo, congelare dello yogurt bianco senza grassi potrebbe essere una buona scelta. Poiché lo yogurt è fermentato, contiene meno lattosio, quindi è più facile da digerire per i cani. Lo yogurt gelato confezionato è da evitare, poiché sarà carico di zucchero. Va comunque precisato che, sebbene lo yogurt sia più facile da digerire per i cani, non tutti lo tollerano.

Un’altra buona alternativa al gelato per i cani è una crema di frutta. Tutto ciò di cui avete bisogno sono due banane mature e un robot da cucina o un frullatore. Bisogna frullare le banane fino a renderle cremose e congelarle.

Questo dessert a base di frutta è sicuro per i cani e fornisce un certo valore nutritivo. Le banane sono ricche di potassio, vitamina B6, vitamina C e fibre. La crema di banane contiene zucchero, quindi va somministrata con moderazione.

Leggi anche:

Animali ibridi: esistono davvero! Ecco quali sono

Vuoi sapere se esistono animali ibridi ottenuti incrociando due specie diverse? La risposta è sì: nella maggior parte dei casi, questi animali sono stati riprodotti artificialmente dall’uomo, perché in natura è difficile che due specie diverse si ibridino fra loro.

Animali ibridi

Elenco

Savannah

Il Savannah è una specie di gatto ibrido ottenuto incrociando un gatto domestico con un serval, un piccolo felino selvatico di origine africana.

Ligre

Il Ligre è l’ibrido ottenuto da un leone maschio e una tigre femmina; questi animali furono creati in cattività dall’uomo, a partire dal XIX secolo. Il Ligre è il più grande felino esistente: questi ibridi diventano più grandi dei genitori.

Tigone

A differenza del Ligre il Tigone è l’ibrido che si ottiene incrociando una tigre maschio e una leonessa. Il Tigone è leggermente più piccolo di una tigre e il suo aspetto ricorda quello di una tigre dorata.

Mulo

Il mulo è un animale ibrido: si ottiene incrociando un maschio d’asino con una giumenta (cavallo femmina). Questo ibrido fu creato dall’uomo nell’antichità e da allora è considerato un animale da lavoro eccezionale. Infatti, è più forte di un cavallo delle stesse dimensioni e ha la stessa resistenza di un asino.

Leopone

Il Leopone è l’ibrido ottenuto incrociando un leopardo maschio con una leonessa. Questo animale ha la testa simile a quella di un leone, mentre il resto del corpo è maculato, come un leopardo. I Leoponi sono rarissimi in natura: la maggior parte degli ibridi è stata riprodotta in cattività.

Zebrallo

Lo zebrallo è un ibrido ottenuto incrociando un maschio di zebra con una giumenta (cavallo di sesso femminile). Questo ibrido è stato creato dall’uomo per avere un animale a strisce, come una zebra, ma che fosse adatto ad essere cavalcato dall’uomo. Tuttavia, non sempre lo Zebrallo si lascia addomesticare: molti esemplari sono indocili e selvatici.

Zebrasino

Lo Zebrasino è un ibrido ottenuto incrociando un maschio di zebra con un’asina. È simile allo Zebrallo: il suo corpo ricorda quello di un asino ma è coperto di strisce, come una zebra.

Cama

Il Cama è un animale ottenuto ibridando un dromedario maschio con una femmina di lama. Questo bizzarro camelide è stato creato in laboratorio a Dubai, sul finire degli anni Novanta, per dare vita a un lama che producesse più lana e che fosse più docile.

Zubrone

Lo Zubrone è ottenuto incrociando una mucca con un bisonte europeo.

Coywolf

Il Coywolf è un ibrido tra lupo e coyote. È leggermente più grande di un coyote e più piccolo di un lupo. I Coywolf sono più socievoli dei coyote selvatici.

Leggi anche:

Cani tedeschi: tutte le razze

Esistono molte razze di cani tedeschi, allevate da secoli in questo paese. In questo elenco abbiamo incluso i cani di origine inglese riconosciuti dalla FCI e allevati in tutto il mondo.

Razze di cani tedeschi

Pinscher Nano

Il Pinscher Nano (o Pinscher Miniatura) è uno dei cani tedeschi più diffusi e conosciuti. Agile e pieno di vita, il Pinscher non è un cane per tutti: richiede un proprietario energico e capace di educarlo con fermezza.

pinscher nano

Alano

Questo antichissimo mastino risale al Medioevo, quando veniva utilizzato per la caccia e per la guardia. L’Alano moderno è un eccellente custode, energico e affettuoso con tutta la famiglia.

alano cani giganti cani tedeschi
Alano

Bassotto Tedesco

Questo cane da caccia è stato selezionato per infilarsi nelle tane degli animali selvatici e per muoversi con agilità nel sottobosco. Il bassotto è un cane energico, ostinato e poco incline ad obbedire all’uomo; ha bisogno di un padrone determinato che sappia educarlo con fermezza.

bassotto cani di taglia piccola cani tedeschi

Cane da Pastore Tedesco

Questo cane di taglia grande è nato per lavorare al fianco dell’uomo e come tale viene impiegato ancora oggi: è in uso presso le forze armate e le forze di polizia di quasi tutto il mondo. Il Cane da Pastore Tedesco deve essere socializzato con altri cani fin da cucciolo, per evitare che sviluppi aggressività. Inoltre, ha bisogno di un proprietario competente e fermo, che sappia esaltare il suo carattere attivo evitando problemi comportamentali.

cani da guardia e da difesa pastore tedesco

Dobermann

Il Dobermann è stato creato nel 1850 dall’allevatore Friedrich Dobermann, a partire dai cani di tipo Pinscher. Energico e curioso, il Dobermann è generalmente considerato un cane da difesa. Stringe un legame fortissimo con il suo padrone e alla famiglia, che difenderebbe a costo della vita.

Hovawart

È un antico cane da guardia tedesco, le cui origini risalgono al medioevo. Il suo nome deriva dal tedesco medievale “Hova” (fattoria) e “Ward” (guardia) e significa “guardiano delle fattorie”. La popolarità di questi cani è in declino, soppiantati dal pastore tedesco. È un ottimo cane per la famiglia e ama lavorare al fianco dell’uomo.

Kromfohrländer

Questa razza di origini recenti è nata con l’obiettivo di ottenere un cane da compagnia dal carattere docile adatto alla vita di città e in appartamento.

kromforhlander cani tedeschi cani da appartamento

Leonberger

Cane di taglia grande e dall’aspetto leonino; i primi esemplari furono ottenuti nel 1830 dal sindaco della città di Leonberg, che voleva ottenere una razza canina che ricordasse il leone, simbolo araldico della città. Questa razza ebbe grande successo e in breve tempo si diffuse tra le corti imperiali e presso la classe dirigente dell’epoca. Il Leonberger ha bisogno di essere socializzato e ben educato.

leonberger cani giganti cani tedeschi
Leonberger

Rottweiler

Il Rottweiler è considerato una delle razze canine più antiche del mondo: le sue origini risalgono ai romani, che durante le loro campagne di conquista portarono in Germania i propri cani (probabilmente erano animali simili al moderno Cane Corso). Il Rottweiler è un molosso da guardia estremamente calmo e devoto al suo padrone, tuttavia richiede un proprietario autorevole ed esperto, che sappia socializzarlo e educarlo correttamente.

cani da difesa rottweiler
Rottweiler

Volpino di Pomerania

Questo piccolo Spitz è stato selezionato a partire dal 1800; amichevole e pieno di vita, è un ottimo cane da compagnia, che si lega strettamente al suo padrone e alla famiglia.

volpino di pomerania cani di taglia piccola che non crescono cani da appartemento cani tedeschi

Schnauzer

Cane da fattoria, in passato era impiegato per dare la caccia ai topi. Si riconosce facilmente per il pelo lungo sul muso, che forma i caratteristici “baffi”.

schnauzer nero

Weimaraner

La razza Weimaraner fu selezionata a partire dal 1800 per ottenere un cane da caccia energico e resistente, adatto alle lunghe battute di caccia al cervo, all’orso e al cinghiale. Il temperamento del Weimaraner è quello del cane da caccia.

Scopri anche:

Nomi per cani maschi

Stai cercando un elenco di nomi per cani maschi per scegliere come chiamare il tuo nuovo amico a quattro zampe? Sei nel posto giusto: scopri il nostro dizionario con oltre duecento nomi maschili per cani.

Regole per scegliere un nome

Ecco alcune regole molto importanti per scegliere un nome per il tuo cane:

  1. Scegli un nome corto: i nomi ideali hanno due sillabe; non superare le tre.
  2. Scegli un nome dal suono diverso da quelli dei membri della famiglia.
  3. Chiama sempre il cane con il suo nome, evitando nomignoli e soprannomi; per i nostri amici a quattro zampe, infatti, sono fonte di confusione.

Nomi per cani maschi

A

Abel, Aku, Alec, Ali, Artù, Astro, Atreo, Attila, Axel, Azul

B

Baldo, Baloo, Barolo, Barret, Biagio, Biscotto, Blast, Blue, Blues, Bomba, Bonbon, Bonny, Boris, Brenno, Bruto, Buck, Byron

C

Caesar, Caleb, Carl, Carlo, Cassio, Ciac, Chuck, Chucky, Cognac, Colt, Conan

D

Dak, Dakota, Dalì, Dante, Devil, Diego, Duncan, Duck, Dylan

E

Easy, Ector, Egon, Elliot, Elvis, Enea, Ennio, Eros, Eta, Ettore

F

Falco, Felipe, Fico, Figaro, Finn, Funny

G

Gad, Galad, Gaza, Gerry, Giotto, Grisha, Gus

H

Hachi, Happy, Hector, Honey, Hulk

I

Iago, Ian, Icaro, Idea, Indy, It

J

Jack, Jago, Jason, Jazz, Jeff, Jules

K

Kai, Kali, Kevin, Kent, Kobe, Konrad

L

Laio, Lampo, Lapo, Leon, Lester, Lex, Lilo, Linus, Lucio

M

Mac, Macchia, Marlon, Marvin, Mosè

N

Natan, Nathan, Neo, Nelson, Nemo, Nilo, Noah, Noè,

O

Oliver, Omero, Orfeo, Orione, Oscar, Otello, Owen

P

Pascal, Pedro, Pepe, Poncho, Pongo

R

Rambo, Raul, Red, Ron, Ronald, Ronny, Rufus

S

Samir, Samo, Sasha, Sax, Scott, Scudo, Spud

T

Thai, Thanos, Thor, Tito, Tobia

U

Ugo, Ulisse, Ulric

V

Van, Vito

W

Will, Wind, Wolf, Woody

X

Xavier, Xeno, Xero

Y

Yago, York, Yokon

Z

Zack, Zen, Zero, Zeus, Zoom

Leggi anche:

Gatti grigi: tutte le razze

Quali sono le principali razze di gatti grigi? Te lo raccontiamo nella nostra guida. Con i loro mantelli dalle sfumature che vanno dall’argento all’ardesia, i gatti grigi sono davvero stupendi. Spesso definiti “gatti blu” per il bagliore etereo del loro mantello, questi gatti sembrano a dir poco magici. Provenienti da luoghi remoti come la Thailandia e la Russia, ma anche dall’Europa, i gatti grigi ti cattureranno sicuramente il cuore. Ecco una lista delle principali razze.

Gatti grigi

American Shorthair

L’American Shorthair può avere diverse colorazioni, tra cui il grigio. È robusto e ha un mantello spesso e denso. Questa razza è stata originariamente creata per tenere i roditori lontani dalle case dei loro proprietari. L’American Shorthair è simile al British Shorthair, utilizzato in origine per creare la razza. Gli American Shorthair sono animali affettuosi perché amano giocare e farsi coccolare, pur amando la loro indipendenza.

British Shorthair

Il British Shorthair è disponibile in un’ampia varietà di colorazioni. Tuttavia, la versione più popolare ha un mantello grigio scuro e gli occhi color rame o oro. Tra la prima e la seconda guerra mondiale questa razza di gatto grigio era quasi completamente scomparsa nel Regno Unito, ma per fortuna i restanti British Shorthair sono stati allevati con i persiani per ripristinare la razza. Sono noti per il loro carattere tranquillo e per essere abbastanza indipendenti, anche se sono molto curiosi ed amano interagire e giocare con il loro proprietario.

british shortair razze di gatti grigi
British shorthair

Blu di Russia

Conosciuto per il suo suggestivo mantello grigio scuro con una scintillante tonalità argento e per i suoi accattivanti occhi verdi, il Blu di Russia è una delle razze di gatti grigi più famose. Nonostante il fitto mantello, questo gatto è ipoallergenico ed è particolarmente adatto a chi soffre di allergie. Il Blu di Russia preferisce vivere in famiglie senza bambini piccoli, poiché predilige di uno stile di vita tranquillo e silenzioso. Ama stringere un forte legame con il suo proprietario.

blu di russia razza di gatto anallergico
Blu di Russia

Certosino

Il Certosino è uno splendido gatto grigio con gli occhi nei toni dell’oro, del rame o dell’arancio. A causa della pelliccia incredibilmente morbida, si dice che in passato il Certosino fosse ricercato dai pellicciai e si pensa che il “pile de Chartreux” di lana abbia preso il nome proprio da lui. Non è chiaro quali siano le origini di questa razza di gatto grigio, ma è stato accertato che i primi esemplari furono usati dai monaci certosini vicino a Parigi nel XVIII secolo come cacciatori di topi. Il Certosino è un ottimo animale domestico e tende ad affezionarsi molto al proprietario, pur restando abbastanza indipendente.

certosino razze di gatti grigi
Certosino

Gatto europeo

Il gatto europeo è disponibile in quasi tutti i colori immaginabili, inclusi anche i soriani grigi e grigi. A causa del fatto che sono un mix di razze, questi gatti non hanno un pedigree. Sono robusti e generalmente non presentano particolari problemi di salute. Sono solitamente giocherelloni, anche se spesso risulta difficile determinarne il carattere esattamente a causa della vasta selezione di razze da cui possono derivare.

Korat

Originario della Thailandia, si pensa che il Korat porti fortuna, tanto che a volte viene regalato alle spose come buon auspicio per il loro matrimonio. Ha grandi occhi verdi e una colorazione grigia brillante: per questo molti li paragonano a nuvole argentate. Questa razza di gatto grigio prospera grazie all’attenzione umana e non tollera di essere lasciata sola troppo a lungo, per cui è indicato per persone che non trascorrono molto tempo lontano da casa.

korat razze di gatti grigi
Korat

Nebelung

In tedesco, Nebelung significa “creatura della nebbia”, un nome magico attribuito a questo gatto per la sua splendida colorazione grigia. Il mantello scintillante sembra quasi d’argento. Il Nebelung viene considerato una varietà a pelo lungo del Blu di Russia. Ha una natura gentile e calma e a volte può sembrare piuttosto timido. In realtà è incredibilmente giocherellone e curioso. Il Nebelung ama arrampicarsi per osservare l’ambiente circostante. Noto per il suo legami profondo con il proprietario, passa il suo tempo a giocare e farsi coccolare.

Persiano

Anche il gatto persiano può presentare il mantello grigio. Questa razza a pelo lungo è allevata sin dall’antichità ed è uno dei compagni prediletti dall’uomo.

Leggi anche:

Cani inglesi: tutte le razze

Esistono molte razze di cani inglesi, allevate da secoli in questo paese. In questo elenco abbiamo incluso i cani di origine inglese riconosciuti dalla FCI e allevati in tutto il mondo.

Razze di cani inglesi

Beagle

Il Beagle è un cane da caccia di taglia piccola originario dell’Inghilterra. Questa razza è stata selezionata per la caccia alla lepre: i Beagle hanno un olfatto eccezionale e una grande intelligenza. Per queste ragioni, vengono utilizzati dalle forze dell’ordine per la ricerca di stupefacenti ed esplosivi. Il Beagle è un cane allegro, sensbile ed affettuoso.

Bedlington Terrier

Il Bedlington Terrier è una razza di taglia piccola nato nel villaggio di Bedlington. Impiegato dai minatori, nel tempo si è rivelato un ottimo compagno per l’uomo, capace di cacciare tassi e cinghiali.

bedlington terrier cani bianchi che non perdono il pelo

Border Collie

Il Border Collie è un cane da pastore di origine inglese. È considerato il cane più intelligente del mondo ed è estremamente ricettivo all’addestramento. Un Border Collie può imparare centinaia di parole umane. In passato questi cani erano compagni preziosi per i pastori.

border collie con mantello nero

Boston Terrier

Questo piccolo molosso da compagnia discende dai Bulldog usati nei combattimenti tra cani. I Boston Terrier moderni, invece, sono compagni grandiosi per l’uomo, docili e affettuosi.

cani da appartamento boston terrier cani di taglia piccolissima a pelo corto

Bull terrier

Il Bull Terrier è un cane unico al mondo, caratterizzato dalla forma del muso, descritto come “a forma d’uovo”. Nato per combattere contro i tori e gli orsi nelle arene inglesi, non è un cane adatto ai principianti: infatti, è ostinato, indipendente e coraggioso. Ha bisogno di essere educato con fermezza per prevenire problemi comportamentali e di gestione.

Cavalier King Charles Spaniel

Il Cavalier King è nato a partire dal King Charles Spaniel, di cui mantiene l’aspetto. Sono cani dolci ed estremamente sensibili, adatti alla vita in città e alle famiglie con bambini.

cavalier king cani da appartamento

Rough Collie

Questo cane di taglia media appartiene al gruppo dei Collie (insieme al Border Collie), cani da pastore inglesi specializzati nella conduzione delle pecore e dei bovini. Il Rough Collie ha un pelo lungo e folto, con un sottopelo fitto e morbido. Questa razza è socievole e mai aggressiva; al contrario, deve essere ben socializzata per prevenire la timidezza.

Jack Russell Terrier

Questo piccolo terrier è stato selezionato in Inghilterra per la caccia alla volpe. Il Jack Russell è una razza caratterizzata da un alto livello di energia: ha bisogno di molto movimento fisico o potrebbe sviluppare piccoli problemi comportamentali.

Setter inglese

Questo antico cane da caccia inglese è allevato sin dal 1500. Ottimo cane da lavoro, si contraddistingue per l’autocontrollo, la resistenza, l’agilità e l’intelligenza. Il suo temperamento è socievole e collaborativo.

Pembroke Welsh Corgi

Il Corgi è un cane da pastore originario del Galles. È famoso per essere la razza preferita dalla Regina Elisabetta II, che ha posseduto più di 30 esemplari di questa razza. Il Corgi ama essere coinvolto nella vita della famiglia e segue i suoi umani dappertutto. Dolce e socievole, è un cane dal temperamento coraggioso e determinato. È considerato uno dei cani più intelligenti del mondo.

Scopri anche:

Come far smettere di abbaiare il cane

Il tuo cane abbaia e non sai come comportarti? In questa guida scoprirai come far smettere di abbaiare il cane.

L’abbaio prolungato o rumoroso è uno dei problemi più comuni dei nostri amici a quattro zampe; purtroppo, si tratta di un comportamento che si ripercuote su tutti coloro che vivono intorno a noi e che nei casi più gravi può comportare liti coi vicini e perfino una multa.

Come far smettere di abbaiare il cane

Perché il cane abbaia

I cani abbaiano per diverse ragioni; per far smettere di abbaiare un cane, è necessario sapere perché sta abbaiando. Dopo aver individuato le cause, sarà molto più semplice risolvere il problema.

Per segnalare un intruso

I cani da pastore hanno un forte istinto alla guardia: se avvertono che un intruso si sta avvicinando alla proprietà, lo segnaleranno abbaiando rumorosamente. Questo comportamento non è necessariamente negativo; al contrario, per molti proprietari è utile che il cane segnali la presenza di estranei. Questi casi solitamente sono i più semplici da risolvere: se il cane abbaia per segnalare gli intrusi, sarà sufficiente dargli un segnale per fargli capire che il messaggio ci è arrivato forte e chiaro! Il cane sarà felice e saprà di aver portato a termine il suo compito. Anche una buona socializzazione è utile per mitigare questo comportamento.

Per chiedere qualcosa

Alcuni cani abbaiano per chiedere cibo, acqua o attenzioni. Solitamente, è sufficiente capire cosa vogliono e soddisfare il loro bisogno perché l’abbaio cessi. Anche in questi casi, il fatto che il cane abbai per comunicare con te non è negativo! Al contrario, si tratta di un canale molto utile per provvedere al suo benessere. Se il cane abbaia con insistenza per giocare, girati dall’altra parte e ignoralo. Se il cane insiste, vai in un’altra stanza.

Tuttavia, ci sono occasioni in cui non possiamo/vogliamo/dobbiamo accontentare gli abbai di richiesta del cane. Questo genere di abbaio solitamente è rafforzato – inconsapevolmente – dal padrone: se il cane abbaia a lungo, il padrone cede. In questo modo il cane impara che non basta abbaiare per ottenere ciò che si vuole, bisogna abbaiare con forza e per molto tempo! In questi casi, può essere utile l’intervento di un educatore cinofilo per elaborare la strategia più adatta per risolvere il problema.

Quando sono da soli

Quando un cane che ha sviluppato ansia da separazione rimane da solo in casa, uno dei comportamenti più comuni è l’abbaio. Alcuni cani abbaiano per ore senza fermarsi. In questo caso è necessario l’intervento di un educatore cinofilo; dopo un’attenta analisi del problema, saprà fornirti la soluzione più adatta.

Un rimedio adatto ai casi più lievi consiste nel distrarre il cane prima di uscire di casa. Il gioco ideale per farlo è il Kong, una sfera (ma esistono molte altre forme) di gomma rigida da riempire di croccantini e premi gustosi. Il cane dovra morderlo e scuoterlo a lungo per riuscire a mangiare tutto il suo contenuto. In questo modo, rimarrà concentrato per 10-15 minuti, dimenticando la lontananza dei suoi umani.

Leggete anche:

Cani francesi: tutte le razze

Esistono molte razze di cani francesi, allevate da secoli in questo paese. In questo elenco abbiamo incluso i cani di origine francese riconosciuti dalla FCI e allevati in tutto il mondo.

Razze di cani francesi

Basset fauve de Bretagne

Questo cane di piccola taglia è un cacciatore instancabile: è stato allevato e selezionato per la caccia alla lepre.

Basset hound

Questo cane bassotto è nato come cane da caccia, ma oggi è assai più popolare come animale da compagnia, per via dell’aspetto buffo. Il Basset hound è originario della regione della Lorena.

Beauceron

Il Beauceron è un cane da pastore originario delle aree pianeggianti intorno a Parigi. Questi cani sono adatti alla vita all’aria aperta e sono lavoratori instancabili. Intelligenti, fieri e determinati, hanno aiutato l’uomo a condurre e proteggere le greggi per secoli. Le sue origini e il suo temperamento non lo rendono adatto come cane da appartamento: il Beauceron ha bisogno di una vita attiva.

Bracco francese

Il Bracco francese è una razza originaria dei Pirenei. Ha l’aspetto di un cane da caccia, con la testa massiccia e corpo muscolos.

Bracco di Saint-Germain

Questa razza è nata nel XIX secolo unendo bracco e pointer per ottenere un cane da caccia elegante e affidabile. È un cane dal carattere docile e sensibile, adatto anche come cane da appartamento.

Bulldog francese

Discende dai cani da combattimento inglesi, ma è sempre stato impiegato come cane da compagnia. Durante la rivoluzione industriale, si diffuse tra le tessitrici, che portavano con sé al lavoro questi cani per avere un po’ di compagnia durante le lunghe ore al telaio. È un cane dal carattere estremamente calmo e poco attivo: trascorre la maggior parte della giornata dormendo e non è mai aggressivo, benché possa diventare piuttosto possessivo.

bouledogue francais cani da appartamento cani di taglia piccolissima a pelo corto

Dogue de Bordeaux

Questo mastino francese è noto per la sua grande forza e raggiunge delle dimensioni davvero impressionanti. I maschi arrivano a 75 cm di altezza e 65 kg di peso.

Epagneul Breton

Cane docile, sensibile e affettuoso, l’Epagneul Breton è uno straordinario cane da caccia. Questa razza è di origine recente: le sue origini risalgono al Novecento.

Epagneul nano (Papillon)

Cane estremamente caratteristico, si distingue per le orecchie pendenti a forma di farfalla che gli hanno dato il nome di papillon. Questo cane è estremamente intelligente e sensibile; molto ricettivo all’addestramento, viene impiegato spesso per le prove di Obedience. 

Griffon fauve de Bretagne

Questo cane da caccia di taglia media era utilizzato alla corte di Francia per le battute di caccia al lupo e all’orso. È un cacciatore testardo e coraggioso, ma è amichevole con l’uomo e molto legato alla famiglia.

Pastore di Brie (Briard)

Questo cane di taglia grande è presente in Francia sin dal Medioevo. Il pelo è ispido e ruvido, conosciuto come “pelo di capra”. Il pastore di Brie è un cane dalla forte personalità, che instaura un legame speciale col suo proprietario ma che deve essere educato con fermezza.

Cane da montagna dei Pirenei

Il Cane da montagna dei Pirenei è un cane da pastore di grossa taglia, simile al Pastore Maremmano-Abruzzese, che ricorda anche nell’aspetto. Molto legato al padrone, è protettivo verso tutta la famiglia.

Scopri anche:

Cosa mangiano i pappagalli

Vuoi sapere cosa mangiano i pappagalli? Sei nel posto giusto: in questo articolo scoprirai le abitudini alimentari di questi coloratissimi uccelli.

pappagalli parlanti cosa mangiano

Cosa mangiano i pappagalli?

Prima di parlare della loro dieta, vi diamo alcune informazioni generali sui pappagalli. I pappagalli sono membri dell’ordine Psittaciformes, che comprende più di 350 specie di uccelli, tra cui parrocchetti, are, calopsitte e cacatua. Sebbene esistano molti tipi di pappagalli, tutti hanno alcuni tratti in comune. Ad esempio, per essere classificato come un pappagallo, l’uccello deve avere un becco ricurvo e i suoi piedi devono essere zigodattili, il che significa che ci sono quattro dita su ciascun piede con due dita che puntano in avanti e due che puntano indietro.

La maggior parte dei pappagalli selvatici vive nelle zone calde dell’emisfero australe, sebbene si possano trovare in molte altre regioni del mondo, come il Messico settentrionale. L’Australia, il Sud America e l’America centrale hanno la più grande diversità di specie di pappagalli.

La maggior parte dei pappagalli sono uccelli sociali che vivono in stormi. I pappagalli grigi africani vivono in stormi con da 20 a 30 uccelli.

E ora, veniamo all’alimentazione. I pappagalli sono onnivori, il che significa che possono mangiare sia carne che vegetali. La maggior parte dei pappagalli segue una dieta che include noci, fiori, frutta, germogli, semi e insetti. I semi sono il loro cibo preferito. Hanno mascelle forti che consentono loro di aprire i gusci delle noci ed estrarre il seme dal loro interno.

Anche i pappagalli domestici hanno una dieta varia, basata principalmente su semi, frutta e verdura. Di tanto in tanto occorre date ai pappagalli una piccola quantità di proteine ​​animali. Alcuni veterinari sconsigliano di proporre le uova.

Ecco una lista di frutta e verdura che i pappagalli mangiano:

  1. Mele
  2. Banane
  3. Agrumi
  4. Uva
  5. Mango
  6. Papaia
  7. Frutto della passione
  8. Melograno
  9. Pesche
  10. Asparago
  11. Barbabietole
  12. Peperoni
  13. Broccoli
  14. Funghi
  15. Zucca
  16. Carote
  17. Cavolo
  18. Pannocchia di mais
  19. Zucchine
  20. Spinaci
  21. Pomodori
  22. Porri
  23. Tarassaco
  24. Patate dolci
  25. Prezzemolo

Leggi anche: