Home + Cani + Gatti + Pesci + Roditori + Cavalli + Altri animali + Quiz +
logo del sito cuccioliamo.it

Il cane tira al guinzaglio: cosa fare

Il cane tira al guinzaglio quando uscite per la passeggiata? Niente paura: è un problema che affligge milioni di cani e i loro proprietari (di semplice soluzione).

Perché il cane tira al guinzaglio?

Esiste più di una ragione per cui il cane tira al guinzaglio; ecco le cause più comuni:

  1. Il cane è entusiasta di uscire per la passeggiata e non riesce a controllare le sue emozioni. Questa ragione è tanto più comune se il cane è un cucciolo o se ha trascorso molte ore in casa.
  2. Il cane tira poiché avverte l’istinto a trainarci (questo è particolarmente frequente quando si tratta di cani da slitta e da tiro).
  3. Il cane tira al guinzaglio poiché avverte che noi lo tratteniamo, o perché avverte la pressione del collare o della pettorina. L’istinto a tirare in direzione contraria alla forza che lo trattiene è particolarmente comune nel cane.

In tutti questi casi, sono istinti naturali a guidare il cane: non c’è nulla di male nel suo comportamento. Tuttavia, un cane che tira al guinzaglio diventa una fonte di disagio per chi lo conduce (o addirittura una fonte di pericolo se il padrone è debole, anziano o convalescente). Ecco perché è opportuno correggere questa tendenza con una giusta educazione di base.

Educare il cane alla passeggiata

Per evitare che il cane tiri al guinzaglio dobbiamo:

  1. Assicuratevi che il cane esca almeno 3 volte al giorno per almeno mezz’ora: si tratta della quantità di movimento necessaria, specialmente per i cuccioli (mentre si può ridurre un po’ per i cani anziani e per quelli di piccola taglia).
  2. Insegnate al cane il comando “seduto” e farglielo eseguire più volte durante la passeggiata, premiandolo con un bocconcino quando ci ascolta.
  3. Insegnate al cane la condotta al guinzaglio, educandolo a camminare al nostro fianco e premiandolo quando adegua il suo passo al nostro.
  4. Scegliete un guinzaglio della giusta lunghezza: massimo 1,5 metri. Se abitate in città questa regola è ancor più importante, poiché un guinzaglio troppo lungo è fonte di pericolo; per voi, per il cane e per le altre persone.

Ricordate: Gli ultimi due consigli sono utili per educare il cane a passeggiare al nostro fianco, ma diventeranno inefficaci se il cane non ha la possibilità di correre un po’ libero o se la quantità di movimento è insufficiente. Inoltre, nei primi 5-10 minuti di passeggiata è bene evitare gli esercizi, poiché servono al cane a fare i suoi bisogni.

Il cane che tira al guinzaglio solitamente si corregge con semplicità; tuttavia, esistono casi più complessi, che richiedono l’intervento di un educatore cinofilo o di un addestratore cinofilo specializzato. Se nonostante questa guida non riuscite ad ottenere i risultati sperati, provate a rivolgervi ad un professionista.